Passaporto per i nostri amici animali

Come molti sanno per portare all’estero il proprio amico a quattro zampe è necessario, alla frontiera, esibire il documento che riporti i dati anagrafici del proprietario e tutte le vaccinazioni effettuate nel corso degli anni.

Per chi non fosse in possesso di questo passaporto,  potrebbe essere utile richiederlo anche se non si progettano viaggi all’estero, perima di tutto per avere un documento ufficiale del proprio amico e poi non si sa mai, un viaggio all’estero può sempre capitare.
Come ottenere questo documento di identità ? Prima di tutto bisogna fare richiesta presso la ASL veterinaria della vostra zona.
Prima di tutto però è obbligatorio che il vostro cane o gatto o … di micro chip identificativo, obbligatorio per i cani, ma non per gli altri animali domestici. Il microchip può essere inserito da un veterinario autorizzato, con una semplice iniezione sottocutanea.

Per poter espatriare con il vostro accompagnatore a 4 zampe dovrà essere vaccinato contro la rabbia almeno 21 giorni prima della partenza.

Dopo aver pagato un bollo ( eheheh credevate che non ci fosse una tassa) viene rilasciato il certificato di vaccinazione e il passaporto valido per tutta l’Unione Europea.

Fanno eccezione Gran Bretagna, Irlanda, Malta, Svezia e Norvegia dove è anche richiesto un test immunologico presso un istituto di zooprofilassi per verificare l’ efficacia della vaccinazione antirabbica. Nel caso la vostra meta Per i viaggi in Norvegia, è necessario un trattamento preventivo contro l’echinococco.

Il passaporto è valido per un anno, per il rinnovo è sufficente vaccinare l’animale entro la data di scadenza della precedente vaccinazione e inviare il certificato alla ASL veterinaria , anche per il rinnovo è necessario il versamento di una tassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *