Rifornimento della cambusa del camper a casa per risparmiare fino all’88%

Siamo in dirittura d’arrivo per le sospirate vacanze e si fanno gli ultimi controlli prima della partenza.
Una delle ultime cosa da fare è quello dell’approvvigionamento della cambusa sui nostri camper.


Ma attenzione, pensate bene a quello che non dovete dimenticare di acquistare prima di partire, i generi di prima necessità, infatti, da quanto riportano i dati dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, nelle località turistiche subiscono ogni anno notevoli aumenti.

Anche quest’anno sono stati monitoriati 10 prodotti indispensabili sulle tavole italiane e ne abbiamo confrontato i prezzi praticati in città con quelli applicati nei centri turistici. Gli aumenti toccano addirittura 88%.

 Prodotto  in città  località turistica  differenza
Acqua (1,5 l) € 0,80 € 1,50 88%
Zucchero (1 kg) € 0,99 € 1,60 62%
Caffè (250 g) € 2,60 € 3,50 35%
Pasta (1 kg) € 1,45 € 2,10 45%
Passata di pomodoro (1 l) € 1,40 € 1,90 36%
Sale (1 kg) € 0,70 € 1,00 43%
Olio extrevergine (1 l) € 3,99 € 5,50 38%
Tonno (confezione da 3) € 2,99 € 3,99 33%
Biscotti (1 kg) € 2,50 € 3,00 20%
Succo di frutta (1 l) € 2,00 € 2,49 25%

 La Federconsumatori fa notare che alcuni prodotti, molto consumati specialmente in campeggio, come ad esempio piatti di carta, tovaglioli, zampironi per zanzare, accendini e bombolette per il gas, che nelle località meta di vacanza sono venduti a dei prezzi notevolmente maggiorati.

 Prodotto  in città  località turistica  differenza
Piatti di carta (100 pezzi) € 3,50 € 4,80 37%
Bicchieri di carta (100 pezzi) € 1,50 € 2,10 40%
Tovaglioli di carta € 2,00 € 2,50 25%
Carta igienica (4 rotoli) € 3,10 € 3,70 19%
Fornello da campeggio € 18,00 € 25,00 39%
Ricarica di gas per il fornello € 2,00 € 3,00 50%
Zampirone per le zanzare € 1,80 € 2,10 17%

 Anche i prodotti per l’igiene della persona non restano “indifferenti” agli aumenti. Infatti nella tabella 3 si evincono aumenti che sfiorano oltre il 40%.

Leggendo queste tabelle si consiglia, prima di partire, di stilare una lista di prodotti per non dimenticare quello che serve, di effettuare i propri acquisti nel supermercato preferito vicino a casa, o comunque, specialmente per i prodotti freschi, di andare a fare la spesa al di fuori dei centri turistici o nei farmers market locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *