Vacanze in carrello tenda economico e divertente

interno carrello tenda Generalmente, il termine carrello tenda viene applicato a quei modelli di tenda che hanno una parte in stoffa (la tenda) e un rimorchio (carrello). La parte in tessuto del carrello tenda, durante il viaggio è ripiegata all’interno del rimorchio e una volta arrivati a destinazione si può aprire creando un tenda, in parte, sopraelevata. Di solito nel carrello tenda troviamo i letti.

Alcuni carrelli più accessoriati hanno installata anche una cucina completamente attrezzata, spesso posizionata nella parte posteriore del rimorchio in modo che sia accessibile anche quando la parte della tenda è ripiegata durante gli spostamenti.

La mancanza di isolamento significa che molti carrelli tenda non sono adatti per l’uso tutto l’anno perciò chi ne acquista uno dovrà attenersi ad alcune regole per il parcheggio durante l’inverno che abbiamo riportato sotto per mantenere tutto efficiente per anni.

Quali tipi di Carrello tenda possiamo acquistare?

carrello tenda opus

Prima cosa importante, per chi vuole acquistare un carrello tenda, una spesa obbligatoria è quella dell’installazione del gancio traino e relativa omologazione. Per questo tipo di installazione le officine autorizzate richiedono circa 1000/1500 euro a seconda del modello di auto.
Sul mercato possiamo trovare tre diversi tipi di carrelli tenda dai più spartani a quelli più accessoriati e si differenziano generalmente dalle funzionalità di apertura e chiusura:
Manuale – sono i modelli più economici, unico “contro” è la necessità di imparare ad aprire e chiudere la tenda manualmente, si consiglia di effettuare alcune prove prima di partire nel giardino di casa così da arrivare in campeggio già con esperienza.
Semiautomatico – La struttura principale in questo modello si posiziona automaticamente, il campeggiatore dovrà effettuare le ultime operazione di coperture a picchettaggio della tenda.
Automatico – Più costosi e più comodi da aprire. Arrivati alla piazzola basta un semplice movimento per dare il via all’apertura del carrello tenda automatico, alcuni modelli non necessitano di picchetti di ancoraggio come per le altre due tipologie.

Per chi acquista un carrello tenda usato

Indipendentemente dal fatto che tu stia pianificando l’acquisto di un carrello tenda nuovo o di un carrello tenda usato, ci sono degli accorgimenti da considerare prima di acquistare il vostro carrello tenda
Controllare se ci sono sfilacciature nelle cuciture e verificare che le stesse non facciano filtrare acqua.
Verificare tutti i tipi di danneggiamenti, la ruggine del carrello e che il carrello chiuda bene per impedire l’accesso della pioggia anche durante il viaggio.
Assicurarsi che la tela non presenti muffe e non siano presenti macchie d’acqua.
Controllare che tutte le cerniere funzionino correttamente.
Agganciate il rimorchio ed effettuate un giro di prova per verificare che tutto l’impianto sia in ordine.
 

Dove posso parcheggiare con il mio carrello tenda?

A tutti gli effetti un carrello tenda può essere considerato come una semplice tenda o una caravan (viste le ruote) perciò come la legge prescrive, per le vostre vacanze, dovrete affidarvi a campeggi o luoghi adatti ad ospitare tende e caravan.

Quanto può durare un carrello tenda?

Come per tutti gli oggetti che sono esposti alle intemperie è necessaria molta cura per far durare il carrello tenda molti anni. Il consiglio principale è quello di richiudere la tenda quando è completamente asciutto.
Nel caso in cui si sia obbligati a richiudere dopo un temporale, bisogna cercare di togliere tutta l’acqua possibile e successivamente, quando sarà tornato il bel tempo, riaprire la tenda e asciugare con un panno pulito, per evitare di danneggiare il rivestimento impermeabile.
Proprio per questo motivo un suggerimento molto importante è quello di acquistare un telo impermeabile di dimensioni maggiori del carrello, nel caso in cui nei giorni appena precedenti alla partenza, fosse prevista pioggia, potrebbe essere utile coprire tutto con questo telo cosi da poer richiudere la tenda già asciutta.

D’obbligo questa operazione di controllo e pulizia anche a fine stagione quando parcheggeremo il carrello tenda dopo le vacanze estive.

Carrello tenda quali sono alcuni produttori

Ci sono molti produttori di carrelli tenda, italiani e non, anche se questo tipo di vacanza viene preferito da campeggiatori del centro-nord Europa. Ecco una breve lista:

  • Carrello tenda Isabella 
    Produttore Danese di accessori per campeggio, verande da abbinare a camper e caravan e produttore di carrelli tenda di alto livello. la serie Camp-let propone tre diverse linee di prodotto per soddisfare le varie esigente dei clienti. La caratteristica peincipalwe è quella della facilità di apeertura e chiusura e la grande disponibilità di accessori per completare il proprio carrello tenda.
  • Carrello tenda Trigano
    Uno di maggiori produttori europei di veicoli ricreazionali propone anche una nutrita serie di carrelli di diverse dimensioni e prezzi. Anche in questo caso Trigano fornisce una serie di accessori dedicati agli amanti di questo tipo di vacanze. Da notare un accessorio da tenere in garage per stivare il carrello in modo verticale  
  • Carrello tenda Pennine outdoor leisure 
    Produttore inglese specializzato in trailer, da qualche anno collabora anche con Isabella nella produzione di alta gamma con finiture top.
  • Carrello tenda Opus 
    Opus oltra ad una serie classica propone la serie OFF-ROAD AIR OPUS i trailer sono predisposposti per essere trainati anche fuoristrada con struttura e sospensioni adatte a sopportare ogni tipo di terreno.

A questo punto dopo aver installato il gancio traino e acquistato il vostro carrello tenda nuovo o usato è trovare i luoghi da esplorare, in questo caso potete trovare dei suggerimenti dalla pagina weekend in camper: 10 mete per tutte le stagioni, vedere se nella zona è disponibile un campeggio … e partire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *